torna su

Digressioni

La storia di Sorgentedelvino.it ha incrociato le strade di diversi produttori, sia come partecipanti al progetto di informazione, sia come partecipanti alla manifestazione annuale Sorgentedelvino LIVE o come semplici compagni di strada che attraverso il proprio lavoro hanno stimolato la conoscenza di particolari aspetti del mondo agricolo e vitivinicolo. Trovate in queste pagine gli articoli pubblicati nel corso del tempo su loro e sui loro vini.

  • PecoraNera 2003 – Tenuta Grillo

    Bottiglia di Pecoranera 2003 di Tenuta Grillo

    E’ giunta, l’ora, a 10 anni dalla vendemmia questo vino è un piccolo gioiello, con ancora tanta strada davanti. I nostri complimenti a Guido Zampaglione per aver avuto il coraggio di riproporre, lui che piemontese non è, un antico classico della regione la freisa da invecchiamento.

    Leggi tutto il post
  • Il grande sole di San Fereolo, splendidi vini di Dogliani

    sanfereolo-bottiglie

    Il percorso che ha portato Nicoletta Bocca a scegliere la biodinamica come modalità di lavoro in vigna, è stato lungo e tortuoso, come le strade che si percorrono in collina o in montagna, mai una linea retta. Assaggiare i suoi vini e visitare la tana del suo vino a San Fereolo sulle colline di Dogliani ...

    Leggi tutto il post
  • Fiano Cardogneto 2010 – Azienda agricola Cocciacavallo

    fiano cardogneto 2010 azienda agricola Cocciacavallo

    Un Fiano dell’Irpinia molto tradizionale questo Cardogneto 2010 della piccola azienda vitivinicola Cocciacavallo che ha scelto il metodo biodinamico per la cura delle proprie vigne. Un vino predisposto ad un lungo invecchiamento con un’ottimo rapporto qualità prezzo.

    Leggi tutto il post
  • Drogone 2006, l’Aglianico in purezza di Cantina Giardino

    Cantina Giardino, Drogone 2006, Aglianico in purezza

    Dal bellissimo progetto di salvaguardia e recupero delle vecchie vigne del territorio avellinese sviluppato da Cantina Giardino nasce questo Aglianico in purezza da vecchie vigne di 70 anni, allevate a raggiera avellinese, il Drogone. Attualmente in vendita si trova l’annata 2006. Siamo in Irpinia, nelle terre di Avellino, agricoltura tradizionale e grande rispetto in cantina ...

    Leggi tutto il post
  • La Busattina di Emilio Falcione, i vini maremmani del contadino organico

    La Busattina, un’azienda agricola a tutto tondo, 25 ettari posti nella fascia collinare interna della Maremma Toscana. Qui Emilio Falcione dedica 4 ettari e mezzo all’uva, mentre nel resto della propria terra produce olio d’oliva, coltiva cereali di antiche varietà ed alleva bestiame di antiche razze in via d’estinzione.

    Leggi tutto il post
  • Nebbiolo 07 Crussi – Cà Richeta di Orlando Enrico

    caricheta-nebbiolo-2007

    Ca Richeta di Enrico Orlando, siamo in Piemonte, precisamente a Castiglione Tinella in provincia di Cuneo. Nel bicchiere nebbiolo , inconfondibilmente nebbiolo. Già a partire dalla bottiglia la tradizionale albeisa. Ottimo rapporto qualità prezzo.

    Leggi tutto il post
  • Morellino di Scansano 09 – Poggio al Toro

    Vincenzo Ciaceri , romano di nascita – toscano di adozione, riesce in questa difficile annata 2009 a darci un Morellino di perfetta adenza territoriale, da uve sangiovese in purezza. Finalmente pare tramontata la moda del “Viola è bello”.

    Leggi tutto il post
  • Madrigale 2005 – Costa dei Platani

    costa-dei-platani-Madrigale-2005

    Piglio questa bottiglia in cantina qualche perplessità, un taglio barbera-cabernet-merlot solitamente è un vino dal carattere internazionale che poco conserva del terroir d’appartenenza. Stappo con una mezz’ora d’anticipo sulla cena, scolmo la bottiglia versandone un mezzo bicchiere nel calice. Non riesco a trattenermi avvicino il naso al bicchiere, ci scappa già un sorriso.

    Leggi tutto il post
  • Omaggio a Pino Ratto

    Il viaggio per Ovada è costellato dalle prime brume autunnali. Recuperati Aldo e Giovanni ci dirigiamo verso Rocca Grimalda abbondando ben presto la strada principale in direzione della località San Lorenzo cascina Gli Scarsi e Le Olive. Pino ci attende nel cortile di casa; la macchina lacerando il silenzio profondo di questi luoghi lo ha ...

    Leggi tutto il post
  • Vercesi del Castellazzo, l’elemento uomo nella composizione di un terroir

    Abbiamo incontrato Gianmaria Vercesi, che conduce insieme al fratello Marco l’azienda agricola Vercesi del Castellazzo, storica tenuta agricola e vitivinicola dell’Oltrepò Pavese. Nel suo racconto della terra in cui vive e produce vino emergono le tante sfaccettature di un territorio sospeso tra grandi vini e scelte enologiche poco illuminate…

    Leggi tutto il post
  • Tenuta Grillo, vini che esprimono la forza del carattere

    I vini di Guido Zampaglione sono una somma di esperienze. Non potrebbe essere altrimenti, considerando il percorso particolare e ricchissimo dal punto di vista umano che ha caratterizzato fino a oggi la storia di questo viticoltore irpino che ha scelto di produrre vini in Piemonte, in Monferrato creando Tenuta Grillo.

    Leggi tutto il post
  • San Martino 210, Bianco Maremma Toscana, 2008 – La Busattina

    busattina-san-martino-210-2008 vino biodinamico maremma toscana

    Emilio Falcione, colpisce alla distanza. Confesso questo vino assaggiato lo scorso inverno non mi era piaciuto. Un bianco come tanti. Ora invece, passato un anno, niente da dire, giù il cappello.

    Leggi tutto il post
  • Gaggiarone 2006 da giovani vitigni – Alziati Annibale Az. Agricola

    Alziati, Gaggiarone 2006, vino tradizionale dell'oltrepo' pavese

    Oltrepo Pavese, Roverscala luogo che ha dato i natali alla croatina. Annibale Alziati produce questo vino da uve di un parziale reimpianto della storica vigna tanto cara a Gigi Veronelli…Selezione massale ovviamente, croatina 90% saldo di uva rara.

    Leggi tutto il post
  • Ca de Noci, è biologico il lambrusco tradizionale delle colline reggiane

    Sulle colline reggiane di Quattrocastella sorge l’azienda agricola Ca’ de Noci guidata oggi dai due fratelli Giovanni e Alberto Masini. Come racconta già il nome l’azienda non è esclusivamente vitivinicola, arrivando ci si trova infatti immersi in un grande noceto, ordinatissimo.

    Leggi tutto il post
  • Pignoletto Superiore Monte Rodano 2008 – Vigneto SanVito

    Pulito, elegante, dotato di personalità. E’ una bella sorpresa, questo Monte Rodano 2008 che rappresenta forse ciò che il Pignoletto – l’autoctono per eccellenza dei Colli bolognesi – potrebbe essere o diventare, anche se qui in realtà questo vitigno coabita con quantità limitate di sauvignon (7%) e riesling (3%). Bevibile, abbinabile, non eccessivamente complicato ma ...

    Leggi tutto il post
  • I Botri di Ghiaccioforte: tradizione del territorio

    Un bicchiere offerto ad una manifestazione di anni fa, un rosso scarico di colore, dall’unghia mattonata, profumi e bocca da vera Toscana. Fu colpo di fulmine. Morellino di Scansano “Vigna ai Botri”. Giancarlo Lanza e Giulia Andreozzi, i titolari, “I Botri di Ghiaccioforte” l’azienda.

    Leggi tutto il post
  • Sassaia 2009 – La Biancara

    Paglierino intenso, velato. Naso molto pulito, pera alla prima snasata, poi quei sassi al sole una bollente freschezza, quando la temperatura nel bicchiere è ormai troppo alta mela cotta.

    Leggi tutto il post
  • Pignoletto Emilia 2006 – Alberto Tedeschi

    Finalmente un vino bianco, da invecchiamento, pronto da bere. Oro antico nel bicchiere, limpido e brillante. Naso molto complesso, tra spezie e leggerissimi toni ossidativi, frutta gialla matura, susina, pesca, e un frutto africano, introvabile da noi, dal nome impossibile, tanto netto quanto bello.

    Leggi tutto il post
  • 900 Ceppi 2007 – Poggio al Toro

    Rubino decisamente carico. Al naso frutta rossa matura, sbuffi terrosi, un poco di legno dolce ancora da riassorbire. Potente in bocca, buona spalla acida, alcol ancora non perfettamente integrato. E’ giovane, anzi giovanissimo, con un ulteriore affinamento in cantina diventerà un gran bel sangiovese, toscano fino in fondo, schietto e deciso.

    Leggi tutto il post
  • Alberto Tedeschi, dai colli bolognesi un giovane produttore alla riscoperta del Pignoletto

    Alberto Tedeschi è uno dei produttori più giovani di Sorgentedelvino.it e uno dei più piccoli: 2 ettari di vigneto in affitto. Si è fatto conoscere in questi anni tra gli appassionati e i frequentatori di Critical Wine e fiere dei vini naturali grazie al suo bel lavoro di recupero del Pignoletto, vitigno a bacca bianca ...

    Leggi tutto il post
  • Valmarina 2008 – Il Cerchio Azienda Agricola Biologica

    Ecco un vino capace di parlare della propria terra d’origine senza troppe esitazioni: il Valmarina, pur essendo prodotto da persone che provengono da un’altra regione e da altre esperienze, è inequivocabilmente toscano, maremmano e figlio del sangiovese. Una convincente lettura del territorio, insomma, questo 2008 – 4 mila bottiglie circa affinate in acciaio – che ...

    Leggi tutto il post
  • Ciliegiolo 2007 – La Busattina

    Non è amara questa maremma. Rubino carico, leggermente velato. Al naso è un attimo restio a concedersi, poi frutta rossa matura, legno non pervenuto. In bocca dà il meglio, buon equilibrio tra la massa imponente, acidità e alcol. Sapido, lungo finale.

    Leggi tutto il post
  • Terralba 2006 – Castello di Lispida

    Bianco da tavola veneto, a base di uve Tocai con un piccolo saldo di Ribolla. Serviamo a temperatura di cantina intorno ai 14°, nel bicchiere è di un bel paglierino intenso, limpido e luminoso. Al naso è molto molto mobile, apre su note di bastoncino di liquirizia, quindi frutta gialla, su tutto la susina, e ...

    Leggi tutto il post
  • Nibio Terre Rosse 2006 – Cascina degli Ulivi

    Il Terre Rosse è figlio di una mano e di un territorio poco inclini al compromesso, dai quali nasce un vino che riesce a coniugare potenza e bevibilità. L’annata 2006 è prodotta in 6mila bottiglie; dopo un periodo di quaranta giorni di macerazione, il vino affina per un anno in botti grandi di rovere.

    Leggi tutto il post
  • Langhe Bianco DOC 2007 – Cà Richeta di Orlando Enrico

    Da vitigni internazionali, chardonnay e sauvignon blanc, con qualche piccola aggiunta autoctona. Una sfida , un confronto difficile. Paglierino brillante nel bicchiere. Al naso agrumi prima un pompelmo quindi si sovrappone l’arancia amara,con il trascorrere del tempo fanno capolino il burro, fresco di montagna, e un sottile ed intrigante affumicato.

    Leggi tutto il post
  • Notte di Luna 2007 – Ca de Noci

    Una bella prova d’autore questo bianco di Ca de Noci. Un vino da tavola davvero particolare ottenuto dalla vinificazione di Moscato bianco, Spergola e Malvasia di Candia aromatica con una macerazione in tino piuttosto lunga e invecchiamento in botte grande.

    Leggi tutto il post
  • Chianti Classico 2006 – Montesecondo

    Sangiovese, Canaiolo, Colorino, il più classico degli uvaggi per una bottiglia classicissima. Quarantacinque lunghi giorni di macerazione, affinamento in botte da 5 ettolitri. Tutto questo dà un vino di rubino intenso, limpido.

    Leggi tutto il post
  • Il Fiano di montagna – Il Tufiello

    Don Chisciotte è ritorno virtuale di Guido Zampaglione nella sua terra. Irpino di nascita, viticoltore piemontese oggi, solidamente impiantato su quella terra che sta a cavallo tra Alessandria ed Asti.

    Leggi tutto il post
  • Montelispida, il biomerlot di Alessandro Sgaravatti – Castello di Lispida

    Ci approcciamo a questo merlot del 2003 con curiosità e con un certo timore vista l’annata torrida, insomma un poco di paura di trovare un vino “cotto”. Nel bicchiere è rubino molto intenso, leggermente velato. Il naso è davvero bello, spezie, frutta rossa matura, liquirizia a sbuffi, ampio e molto mobile.

    Leggi tutto il post
  • Il Cerchio… della natura, vino biologico tra la Maremma e il mare intervista con Corinna Vincenzi

    “Il coltivare biologico e consumare prodotti biologici significa anche rispettare l’ambiente che hai attorno, perché non inquini, non lo distruggi, entri a fare parte del cerchio della natura. Da qui nasce il nome della mia azienda…” così Corinna Vincenzi, titolare dell’azienda agricola biologica Il Cerchio, introduce il suo lavoro in campagna tra la Maremma e ...

    Leggi tutto il post
  • Terre Eteree 2006 – La Busattina

    Emilio Falcione, ovvero viticoltura e vinificazioni biodinamiche senza nessun cedimento. A partire dall’etichetta dove sono indicati parametri e dati analitici del lavoro in vigna, della vinificazione e del vino.

    Leggi tutto il post
  • Pino Ratto: dolcetto, jazz e tanta passione

    Pino Ratto, arriviamo da lui nella sua azienda posta sopra Rocca Grimalda a pochi chilometri da Ovada, in una bella mattina di primavera. La vecchia cascina, gli Scarsi, con le sue viti di oltre settant’anni ci accoglie. E ci accoglie Pino, ci accolgono le note del suo clarinetto. Due fette di salame e i suoi ...

    Leggi tutto il post
  • Il Frappato 2007 – Arianna Occhipinti

    Arianna Occhipinti e il Frappato eleganza e sicilianità. Questo 2007 è di un bel rubino, limpido. Naso molto mobile, tra frutta rossa croccante, ciliegia su tutto e mineralità spiccata. In bocca entra quasi in punta di piedi, con una eleganza che solitamente non si trova nei vini siculi.

    Leggi tutto il post
  • Le Olive 2005 – Pino Ratto Azienda Agricola

    Le Olive è un cru, in alcune annate un Gran Cru. Il 2005 è uno di questi anni fortunati, ci ha donato un vino di eleganza rara, sottile ma non anoressico. Rubino non troppo intenso, limpido.

    Leggi tutto il post
  • Filagnotti Gavi 2006 – Cascina degli Ulivi

    Cascina degli Ulivi è una azienda biodinamica, ma non solo. Soprattutto è un progetto realizzato di agricoltura umana, rispettosa e sostenibile, con i piedi saldamente ancorati alla terra, testa e cuore che volano alti. Gavi DOCG dalle colline di Tassarolo, il cuore del Gavi.

    Leggi tutto il post
  • Sottobosco 2007 Vino frizzante rosso – Ca de Noci

    Ca de Noci piccola azienda della collina reggiana punta decisa a territorio e tradizione, con quel pizzico di “incoscenza” giovanile che spinge ad esplorare le nuove vie dell’agricoltura biologica, delle vinificazioni naturali.

    Leggi tutto il post
  • Bric e Brac, il brachetto della domenica – Cascina Sant’Ubaldo

    Brachetto secco, la tradizione. Domenico Botto interpreta questa splendida uva nel modo classico, quello degli avi.

    Leggi tutto il post
  • Ansonica 2007 – Il Cerchio Azienda Agricola Biologica

    Un’azienda agricola che produce vino biologico e olio in una dimensione assolutamente familiare. Un vino molto interessante e piacevole legato al territorio da cui proviene, la Maremma Toscana.

    Leggi tutto il post
  • Cana’ – La Biancara

    Un Cabernet sauvignon con un saldo di Merlot (15%) vinificato senza aggiungere solforosa. Scelta coraggiosa, una sfida che Angiolino Maule ha raccolto. Prima di descrivere il vino lasciatemi fare un appunto su questa bottiglia, o meglio sull’etichetta. Leggo “CONTIENE SOLFITI NON AGGIUNTI”: scelta di grande rispetto per chi il vino lo beve,ovvero solfiti presenti ma ...

    Leggi tutto il post
  • Quattrocento – Cascina Zerbetta

    Atipico taglio piemontese da uve Sauvignon Blanc 80% e Muller thurgau 20%. Serviamo a temperatura di cantina intorno ai 14°, nel bicchiere è di un bel paglierino limpido e tale rimarrà fino all’ultima goccia.

    Leggi tutto il post
  • Terralba 2003 – Castello di Lispida

    Bianco da tavola veneto, a base di uve Tocai. Serviamo a temperatura di cantina intorno ai 14°, nel bicchiere è di un bel paglierino intenso quasi ambrato, non limpidissimo. Al naso è orientato sulle erbe officinali con una nota evocativa di qualcosa di dolce.

    Leggi tutto il post
  • Curteis 2006 – Lo Zerbone Azienda Agricola

    Cortese 100% da selezione di uve dal cru “U Zeibon”. Serviamo a temperatura di cantina intorno ai 14°, nel bicchiere è di un bel paglierino limpido e tale rimarrà fino all’ultima goccia.

    Leggi tutto il post
  • Brachetto d’Acqui DOC 2007 – Cascina Sant’Ubaldo

    Scende nel bicchiere con una bella spuma rosata, fine, poco persistente. Perfettamente limpido, rosato intenso. Naso da frutta rossa del bosco, tra fragolina e ciliegia selvatica, netto, intenso.

    Leggi tutto il post
  • Morellino di Scansano 2006 – Poggio al Toro

    Seconda annata per questa azienda sita tra i boschi sopra Scansano. Vino da uve biologiche, e su quei colli con le vigne circondate da boschi per chilometri, è veramente possibile produrle. Sangiovese 90%, Cabernet Sauvignon e Syrah in parti uguali fanno il saldo.

    Leggi tutto il post
  • Gaggiarone 2003 – Alziati Annibale Az. agricola

    Questo Croatina dell’Azienda Agricola Annibale Alziati proviene da vecchie vigne e lo si nota sia al naso che in bocca. Colore rubino intenso limpido se versato con accuratezza, trattasi infatti di vino non filtrato con un piccolo residuo sul fondo della bottiglia.

    Leggi tutto il post