torna su

Foradori


foradori-logo

bottone-vini-vendita

 

 

 


Il Teroldego, vitigno di montagna, affonda le sue radici nei sassi calcarei e granitici del Campo Rotaliano, piccola pianura incastonata fra le pareti rocciose del Trentino (Nord Italia). E’ intensa espressione di un territorio, della sua gente, delle Dolomiti.

Elisabetta Foradori “adotta” questa antica varietà e la riporta ad esprimere il suo carattere originario.
Il recupero della biodiversità del vitigno è al centro del lavoro svolto per vent’anni all’interno dell’azienda.

In questo modo il magnifico carattere minerale, floreale e speziato del Teroldego può esprimersi a pieno, supportato da una viticoltura naturale che si basa dal 2003 sui principi della biodinamica.

  • Bottiglie prodotte annue: 160000
  • vitigni impiantati: Teroldego, Manzoni Bianco, Nosiola
  • superfice azienda: 25.00 ha
  • superfice vitata: 23.00 ha
  • sistema allevamento: guyot
  • età delle viti: da 15 a 60 anni
  • Metodo lavoro: Biodinamico certificato
  • Come lavoriamo in vigna: -

 

I vini

Prezzi validi solo per spedizioni in Italia, per gli altri paesi contattatare direttamente la cantina servendosi della mail o telefono sopra indicati

Foradori 2011


Tipologia: rosso

Caratteristiche: Colore rubino intenso. Al naso molto intenso e compatto, presenta note di ciliegia matura, bacche di sambuco e cioccolata fondente, molto invitante. Tannini piacevolmente morbidi, succo di ciliegia, persistente.

  • Bottiglie prodotte: 90000
  • Uve: Teroldego
  • Vendemmia: manuale in cassetta
  • Resa q/ha: 90
  • Gradi alcolici: 13.00 %
  • Lieviti: non selezionati
  • Affinamento: 15 mesi in botte


Granato Teroldego - Vigneti delle Dolomiti IGT 2009


Tipologia: rosso

Caratteristiche: Vite e melograno hanno per provenienza origini comuni e si accompagnano spesso nel bacino del Mediterraneo. Il frutto del melograno possiede inoltre il fascino, la bellezza e l’intensità del frutto della vite. È a questo connubio ideale che si ispira il nome del "Granato", Teroldego di particolare concentrazione e fittezza, che affonda le sue radici nelle pietre di tre vigneti del Campo Rotaliano.
Sito dei vigneti: Comune di Mezzolombardo Vignai, Cesura, Regin
Superficie dei vigneti: diverse parcelle per complessivi 4 ettari 6.000 ceppi per ettaro (guyot)
Suolo: terra alluvionale, ghiaioso-ciottolosa

  • Bottiglie prodotte: 20000
  • Uve: Teroldego
  • Vendemmia: manuale in cassetta
  • Resa q/ha: 60
  • Gradi alcolici: 13.00 %
  • Lieviti: non selezionati
  • Affinamento: fermentazione in grandi tini aperti, 18 mesi in botte