vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

Claudio Mariotto: dal Timorasso al Barbera, i vini tradizionali dei Colli Tortonesi

mariotto_editedClaudio Mariotto Azienda Agricola (Piemonte – Alessandria) Siamo sulla prima collina appena sopra Tortona ed entrando in azienda notiamo le viti spoglie data la stagione. Guyot, potatura drastica a 6 gemme, inerbite. Si capisce immediatamente che qua il vino è vino. Entriamo in cantina, un ambiente semplice dotato di quella tecnologia minima, serbatoi in acciaio, la pompa per i travasi, la pressa, insomma niente diavolerie moderne. Bene. Claudio ci invita all’assaggio nella sua saletta e davanti ai bicchieri si chiacchera. Timorasso, barbera, croatina, cortese, moscato, i vitigni della pura tradizione vitivinicola di quest’angolo di Piemonte. Vini di sostanza, adatti alla tavola, vini dove struttura e bevibilità si combinano con la finezza dovuta all’invecchiamento e alla cura maniacale del vigneto. Vitigni autoctoni, autoctoni i lieviti, vini che esaltano le differenze e le particolarità delle annate. Vini che vengono messi in vendita quando sono pronti da bere, ma che riservano piacevoli evoluzioni con ulteriori anni di cantina. Vini buoni da bere e per la salute, poca solforosa, niente additivi strani, niente chimica in vigneto. Vini dotati di quell’eleganza contadina, innata nel territorio e negli uomini che su questa terra vivono, vini che rispecchiano il prodottore e il suo amore per le sue vigne. Timorasso e barbera il re e la regina, il primo una riscoperta di un vitigno autoctono locale a bacca bianca (grazie a nome di tutti gli appassionati di vino a Walter Massa, il primo che ha creduto e reimpiantato il Timorasso) orami assunto alle vette dei bianchi italiani, mentre il rosso tanto diffuso in regione e non solo, acquista su questi colli della fascia subapenninica note e morbidezze inusuali pur consevando le puculiarità del vitigno (freschezza ed acidità). Per saperne di più e per acquistare i vini visita la pagina dell’azienda agricola Claudio Mariotto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ultimi articoli
nerello di enotrio

Il Nerello di Nunzio

O meglio della familia Puglisi. Etna, versante nord, 650 mt slm La bottiglia da aprire quando vuoi andare sul sicuro, bottiglia che mette tutti d’accordo,

bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore