vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

Valpolicella Superiore 2008 – Monte dall’Ora Azienda Agricola Biologica

Monte dall'ora, Valpolicella 2008, vino biodinamico del VenetoOcchio terso, impalpabile, marmoreo.

Unghia violacea, quasi stanca, immobile. Metto il vino accanto a me, subito una sventagliata di amarene sotto spirito mi assale, prima ancora che abbia potuto mettere il naso dentro al bicchiere. Lo spettro olfattivo sembra granitico. Non ci sono in questo naso le punte acute di aromi definiti, inutile stare a cercarle, è tutto il contrario: un profumo caldo, intenso e compatto di fragola matura e di gelato alla nocciola; un vento balsamico che non smette di soffiare incessante nella parte superiore del bicchiere. Nonostante questa imponenza – mi viene quasi da dire “giocosa”, dal momento che sono dolcemente accarezzato da questi sbuffi – il vino non si placa, e con il passare del tempo mette in mostra tante altre belle cose: il limone grattugiato, la pesca sciroppata, ma sopratutto l’infuso di erbe.

Il giorno dopo l’apertura persino una delicata nota di cera rossa. Al sorso è roboante per intensità ma composto, signorile, aggraziato. Il tannino, docile e ben integrato, è una maglia fine, piacevole da sentire in punta di bocca. Ad inizio sorso è sapido, fresco, acidulo. Poi al centro del palato esplode con forza il richiamo alle note già avvertite all’olfatto, sopratutto pesca e amarena. A tre quarti cominciano a mostrarsi di nascosto le erbe amare, le quali si fanno via via sempre più nitide e definite fino a comparire nette in un finale lunghissimo di cicoria.

Gran bel vino, davvero, da abbinare ad esempio ad un coniglio arrosto alle erbe, ad un formaggio di fossa, oppure ad un bel quartirolo. Da bere ora o da invecchiare qualche anno in cantina, secondo i vostri gusti.

Maggiori info sulla Valpolicella Superiore 2008 e gli altri vini di Monte dall’Ora

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Annunci
Vignaioli Naturali a Roma 2020
Ultimi articoli
nerello di enotrio

Il Nerello di Nunzio

O meglio della familia Puglisi. Etna, versante nord, 650 mt slm La bottiglia da aprire quando vuoi andare sul sicuro, bottiglia che mette tutti d’accordo,

bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore