vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

7/8 dicembre a Barolo: Vini Corsari all’arrembaggio!

vini-corsari-2013

Primo appuntamento quest’anno con i Vini Corsari, un evento che il 7 e 8 dicembre porta nel castello di Barolo 30 vignaioli da Italia, Francia, Spagna e Portogallo. E i produttori di Barolo direte voi? No, questa volta barolisti e piemontesi sono dietro le quinte ad accogliere i propri amici e colleghi, a fare gli onori di casa nel proprio territorio. Un bel modo per ricordare che dietro a questo mondo di vini “altri” ci sono valori un po’ fuori moda come l’amicizia, la condivisione di valori, una storia che accomuna.

Il titolo della manifestazione è un dichiarato omaggio a Pier Paolo Pasolini e ai suoi “Scritti corsari”, non è la prima volta che il pensiero di Pasolini emerge nel mondo del vino e le ragioni sono forti. Leggiamo nella presentazione dell’evento:

“Il nome Vini Corsari rimanda all’opera di Pier Paolo Pasolini “Scritti Corsari”. Omaggio allo scrittore, artista e anche polemista, che in questo lavoro raccoglie una serie di articoli tematici, condannando – già 40 anni fa-, l’omologazione culturale, la perdita di diversità e di individualità culturali locali italiane; incoraggiando atteggiamenti di dissenso nei confronti di una società consumistica e schiava delle mode. Pasolini è difensore di un’autenticità senza artifici: amante del vino perché vicino alla rustica semplicità del mondo contadino. L’ambizione pasoliniana di un approccio ancorato ai territori, complesso, carnale e ricco di sfumature, è lo stesso che si rivendica quando ci si accosta al tema del vino.

Lontano dalle etichette (biologiche biodinamiche naturali), la nostra esperienza vinicola ci esorta a scoprire i vini alla loro sorgente, perché ci sia restituita un’idea concreta del luogo, del territorio e della loro storia; per poter infine apprezzare quei vignaioli che ci introducono nella loro dimensione fisica e temporale, al di là delle loro certificazioni o etichette.”

Quando abbiamo scelto il nome Sorgentedelvino per il nostro progetto di informazione sul vino oltre a riferirci a Veronelli e alla sua idea di prezzo sorgente, di relazione diretta tra chi produce un vino o qualunque altro alimento e chi lo usa, abbiamo voluto fare riferimento proprio a questa idea di andare là alla Sorgente del vino, là dove il vino nasce; abbiamo sentito la necessità di metterci in gioco disposti a fare piazza pulita di eventuali certezze e abbiamo trovato un mondo ricco di differenze, idee, sfumature. Anche per questo non mancheremo a questo appuntamento con i vini corsari: in questi valori e in questa cultura riconosciamo un pezzetto della nostra storia.

Tornando con i piedi per terra ecco come funziona e cosa potete trovare:

Vini Corsari si volge nel Castello di Barolo, l’apertura è sabato dalle 14 alle 19 e domenica dalle 11 alle 18. L’ingresso è di 20€ (ormai è tardi per la prevendita). Domenica sarà aperto un punto ristoro nelle sale del castello per il pranzo. Ogni vignaiolo oltre a mettere i propri vini in degustazione li terrà disponibili per la vendita. All’ingresso riceverete un bicchiere con una cauzione di 10€.

Dei vignaioli di Sorgentedelvino.it troverete Pian dell’Orino con i suoi splendidi vini di Montalcino e Cantina Giardino che con i propri vini vi farà scoprire un’Irpinia dimenticata, ma vi consigliamo di leggere l’elenco completo dei partecipanti sul sito di Vini Corsari

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Annunci
Vignaioli Naturali a Roma 2020
Ultimi articoli
nerello di enotrio

Il Nerello di Nunzio

O meglio della familia Puglisi. Etna, versante nord, 650 mt slm La bottiglia da aprire quando vuoi andare sul sicuro, bottiglia che mette tutti d’accordo,

bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore