vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

L’arte del bere: le degustazioni a Sorgentedelvino LIVE 2015

Sono state 4 le degustazioni tematiche a Sorgentedelvino LIVE 2015, in ordine di apparizione: la merenda con Lambrusco insieme a Jonathan Nossiter, la poliedrica Malvasia insieme a Laura Zini, il seminario sulla sensorialità con Sandro Sangiorgi, il Pinot nero insieme a Fabio Luglio.

L'arte della degustazione

Ciascun appuntamento è stato a proprio modo importante, ma insieme sono stati un’occasione per riflettere sull’arte della degustazione, ovvero un’arte da mettere da parte per godere appieno del piacere e del rapporto – a volte persino intimo – con un vino. Abbiamo chiesto di condurre le degustazioni a quattro persone che stimiamo profondamente per il proprio approccio al vino e per la conoscenza che ne hanno. Tutti i quattro hanno scelto di mettere in secondo piano la tecnica degustativa per tornare al vino come convivialità, al vino come strumento di conoscenza di se stessi e delle proprie percezioni, al vino come scoperta del terroir.

Ci addentreremo nelle singole degustazioni nel corso del tempo, ora godiamone il ricordo attraverso questo breve racconto fotografico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ultimi articoli
bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore

La legge naturale del territorio

Il vino naturale come nome, oggi sembra sia in crisi, ma dopo averlo pronunciato per la prima volta ha acquisito una sostanza difficilmente cancellabile, derivante dal desiderio di produttori e consumatori di rispettare l’ambiente, produrre e consumare prodotti meno industriali, meno artefatti, più genuini, più, più e meno e ancora più…

Alex Podolinsky

Alex Podolinsky, ci ha lasciati il 30 giugno 2019

Alex Podolinsky è morto il 30 giugno 2019 a pochi giorni dal suo 94esimo compleanno. Nella sua lunga vita ha avuto un’influenza determinante sullo sviluppo dell’agricoltura biodinamica. Non solo nella ricerca, ma anche nella diffusione della pratica tra gli agricoltori.