vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

28/29 maggio: la cantina Emidio Pepe propone un intenso programma per Cantine Aperte

Sabato 28 e domenica 29 maggio l’azienda agricola biologica Emidio Pepe vi aspetta per un gustoso programma in occasione di Cantine Aperte.
Sabato dalle 15,30 alle 20 è possibile visitare la cantina e degustare le annate più recenti di Trebbiano e Montepulciano d’Abruzzo. In entrambe le giornate potete godervi un pic-nic in vigna (prenotazione obbligatoria, 10€): vi verrà consegnato un sacchetto di carta ecologica con un panino con la genovese, un panino con frittata ai peperoni, una vaschetta di macedonia di frutta fresca e acqua.
Domenica potete scegliere invece di partecipare al pranzo (prenotazione obbligatoria, 30€ a persona) che inizierà alle 13,30: il menù prevede tagliatelle al sugo di papera muta, capra alla neretese, dolce e frutta di stagione, il tutto accompagnato dal Montepulciano d’Abruzzo 2008.
Alle ore 15 di domenica pomeriggio concerto dei J&T Project che propongono musica celtica irlandese, scozzese, galiziana, asturiana e basca. Musica world europea e del Mediterraneo. contaminazioni musicali interculturali.
Per prenotazioni e maggiori informazioni potete contattare l’azienda agricola bio Emidio Pepe.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ultimi articoli
nerello di enotrio

Il Nerello di Nunzio

O meglio della familia Puglisi. Etna, versante nord, 650 mt slm La bottiglia da aprire quando vuoi andare sul sicuro, bottiglia che mette tutti d’accordo,

bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore