vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

Cataratto 2010 – Porta del Vento

porta_del-vento-cataratto2010 vino biodinamico sicilia“Wednesday Morning, 3 AM – The Sound of Silence” Originale come questo brano, ideale colonna sonora. Ovviamente Simon and Garfunkel. Un silenzio che urla la tranquillità dell’alta collina dell’interno siciliano. Calore e freschezza, territorialità e diversità.

Paglierino brillante. Agrumi e pietre assolate al naso, un tocco di anice, sensazioni mentolate, un poco di macchia mediterranea. Salino in bocca quasi salmastro. Schiena ritta, giustamente acido. Bevibilità assassina, poco alcol, un must per le cene estive.

Servitelo fresco, mai ghiacciato, accompagnandolo con fritti di pesce o verdure, formaggi freschi o semistagionati, oppure a primi piatti come risotto alla pescatora, paste o risi freddi. Pronto da bere, tra qualche anno potrebbe essere una grande sorpresa.

Acquista il Cataratto 2010 e gli altri vini di Porta del Vento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Annunci
Vignaioli Naturali a Roma 2020
Ultimi articoli
nerello di enotrio

Il Nerello di Nunzio

O meglio della familia Puglisi. Etna, versante nord, 650 mt slm La bottiglia da aprire quando vuoi andare sul sicuro, bottiglia che mette tutti d’accordo,

bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore