vini, persone, territori, tradizioni

vini, persone, territori, tradizioni

Il Frappato 2007 – Arianna Occhipinti

bottiglia di frappato di Arianna Occhipinti

Arianna Occhipinti e il Frappato eleganza e sicilianità. Questo 2007 è di un bel rubino, limpido.

Naso molto mobile, tra frutta rossa croccante, ciliegia su tutto e mineralità spiccata. In bocca entra quasi in punta di piedi, con una eleganza che solitamente non si trova nei vini siculi. Grande sapidità, mineralità spiccata sono le migliori doti di questa bottiglia.. Il vino è ancora giovanissimo, al momento forse un pochetto sbilanciato verso l’acidità, ma ha moltissima strada davanti. Con gli anni potrebbe diventare un grandissimo esempio.

Beva decisamente facile, adeguato alla tipologia con ritorni decisamente minerali. Non avrà la potenza di impatto del Siccagno, ma sicuramente si abbina con grandissimo piacere alla cucina siciliana, specialmente con i primi piatti come paste con verdure e, perchè no, con piatti di pesce elaborati e robusti.

Stappatelo un’oretta prima di metterlo in tavola, magari scolmando la bottiglia di un mezzo bicchiere. Servitelo sui 18° C.

Lotto F0109

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Annunci
Vignaioli Naturali a Roma 2020
Ultimi articoli
nerello di enotrio

Il Nerello di Nunzio

O meglio della familia Puglisi. Etna, versante nord, 650 mt slm La bottiglia da aprire quando vuoi andare sul sicuro, bottiglia che mette tutti d’accordo,

bottiglia e bicchiere di Stralustro di Guccione

Stralustro 2008 – Guccione

Tra storia e preistoria, la lunga vita del cataratto. A volte riemergono bottiglie dimenticate. Quando apri questi vini, fatti senza aggiunte se non un pizzico

anatrino in bottiglia e nel bicchire

Anatrino – Carlo Tanganelli

Anatrino in bottiglia e nel bicchiere Trebbiano toscano, breve macerazione Siamo in Val di Chiana, (Arezzo) dove Marco Tanganelli, one man band dell’azienda, fa l’agricoltore