torna su

Nero d’Avola 2009 – Bosco Falconeria

Nero d'Avola 2009 - Bosco Falconeria
Cena casalinga di una sera di mezza estate. I bimbi comandano gli arancini di riso. Per accompagnare il piatto abbinamento territoriale. Nero d’Avola (una buona metà degli arancini erano ripieni di ragù di carne con piselli). Rinfrescata la bottiglia fino a 15°, verso nel bicchiere. Rubino carico, eppur limpido e trasparente. Al naso note di ...

Porta del Vento e la resistenza enologica di Sicilia

Porta del Vento e la resistenza enologica di Sicilia
  Per un vignaiolo misurarsi con un territorio rappresenta una sfida continua: significa tentare di riprodurlo nelle sue specificità attraverso i propri vini e comporta, oltre a una grande passione, la capacità di mettere in discussione sé stessi, le convinzioni, le scelte, talvolta addirittura interi pezzi del proprio bagaglio di esperienze. Marco Sferlazzo, titolare dell’azienda ...

Nero d’Avola 2008 – Bosco Falconeria azienda biologica

Meno di duemila bottiglie prodotte per questo vino territoriale ed essenziale fin dalla concezione, un Nero d’Avola che riesce a coniugare bevibilità e complessità a dispetto di una struttura che risulta ancora da smussare a causa dell’età. Non vi aspettate un rosso rotondo all’insegna dell’avvolgenza, perché il lavoro effettuato da Antonio e Natalia Simeti è ...

Ishac 2008 – Porta del Vento

Ishac 2008 - Porta del Vento
  Solitamente non usiamo il decanter, ma a volte ne vale la pena. All’apertura della bottiglia si notavano più odori che profumi, ed anche all’assaggio il vino risultava scisso nelle sue componenti. Una decisa girata nell’Ovarius e la musica cambia completamente. Nel bicchiere si presenta di un rubino intenso, velato, senza cedimenti sull’unghia. Dopo l’ossigenazione ...