torna su

Palistorti Bianco 2010 – Tenuta di Valgiano

Palistorti Bianco 2010 - Tenuta di Valgiano
Un bianco caldo, solare, mediterraneo decisamente figlio dell’annata. Un vino da tavola nel senso nobile. Un toscano vero che sicuramente piacerà anche agli amanti dei vini nordici. Vino ottenuto da cinque diversi vitigni (Vermentino, Trebbiano, Malvasia, Chardonnay, Sauvignon Blanc) in percentuali diverse, mostra da subito un profilo aromatico insolito e difficile da ricollocare lungo schemi ...

Cascina Tavijn – Grignolino d’Asti 2008

Cascina Tavijn - Grignolino d'Asti 2008
Una bottiglia dimenticata in cantina, un grignolino che ben si presta ad un medio invecchiamento, un piccolo capolavoro di Nadia Verrua di Cascina Tavijn Semplice cena a base di affettati e formaggi, perchè non riassaggiare questo grignolino con qualche anno sulle spalle? Tappo perfetto, bene, versiamo. Rubino scarico, limpido e luminoso, unghia leggermente aranciata. Immediatamente ...

Rosso di Valtellina D.O.C. 2009 – Arpepe

Rosso di Valtellina D.O.C. 2009 - Arpepe
Valtellina 100%, nebbiolo 100%. Grande prova dei giovani Pelizzatti Perego in arte Arpepe, un vino base che vale una riserva questo Rosso di Valtellina annata 2009. Da bere ora o da invecchiare in cantina, come meglio vi aggrada. E’ più rosa di alcuni cerasuoli, più intenso di tanti langhetti, è nebbiolo, è Valtellina, è Arpepe. ...

Valdibà – Dolcetto di Dogliani DOC 2007 – San Fereolo

Valdibà - Dolcetto di Dogliani DOC 2007 - San Fereolo
Colore rosso amarena; profumi estremamente tipici del varietale in oggetto; netta punta vinosa, poi note di frutta scura, di mirtillo e ciliegia matura. Un delicato sentore vegetale in sottofondo che sembra richiamare il rosmarino, sbuffate di borotalco; note di violetta, gentilissime e soffuse; sensazioni cupe di tabacco giallo, una commovente china, dolcissima. Si tratta di ...

La Matta 2011 – Spumante sur Lie – Casebianche

La Matta 2011 - Spumante sur Lie - Casebianche
Fiano in purezza, presa di spuma in bottiglia grazie all’aggiunta di una parte delllo stesso mosto conservato a bassa temperatura. Insoma le gioie e dolori della rifermentazione naturale in bottiglia che porta variabilità tra un campione el’altro, e , nello stesso tempo grande ricchezza di aromi e sapori. Il colore è giallo intenso; al naso ...

Albatreto – Montecucco rosso 2007 – Pierini & Brugi

Albatreto - Montecucco rosso 2007 - Pierini & Brugi
 Sera autunnale, la temperatura consente di mettere in tavola un classico piatto emiliano penne al ragù. Occorre un vino sanguigno, tosto il piatto è impegnativo, rustico deciso. Montecucco mi pare una buona scelta, a base sangiovese con un piccolo saldo di uve francesi ( 90% sangiovese + cabernet sauvignon – merlot e sirah). Stappiamo una ...

Nero d’Avola 2009 – Bosco Falconeria

Nero d'Avola 2009 - Bosco Falconeria
Cena casalinga di una sera di mezza estate. I bimbi comandano gli arancini di riso. Per accompagnare il piatto abbinamento territoriale. Nero d’Avola (una buona metà degli arancini erano ripieni di ragù di carne con piselli). Rinfrescata la bottiglia fino a 15°, verso nel bicchiere. Rubino carico, eppur limpido e trasparente. Al naso note di ...

Garganega sui Lieviti 2011 – Giovanni Menti

Garganega sui Lieviti 2011 - Giovanni Menti
La rifermentazione in bottiglia è cosa alchemica, difficile prevedere i risultati finali, mettere preventivamente in conto una variabilità da bottiglia a bottiglia. Avvertenza per i turisti: aspettare il compimento, mai lanciarsi sul bicchiere a rifermentazione appena terminata, spettate che il caldo dell’estate compia il suo lavoro di assestare il vino. E’ giunta l’ora, aperitivo e ...

Borc Sandrigo 2009 – Borc Dodon

Borc Sandrigo 2009 - Borc Dodon
A distanza di un paio di anni abbiamo voluto risentire questa bottiglia del 2009, accoppiandola con lo stesso vino annata 2011.  Annata 2009 (assaggio del 25/07/2012) Felice evoluzione in corso.  Il naso si fa più intrigante, compare il fiore di castagno, la pesca si attenua, mentre con l’innalzarsi della temperatura nel bicchiere esce un sentore ...

Barbera d’Asti Superiore 2006 – Ezio Trinchero

Barbera d'Asti Superiore 2006 - Ezio Trinchero
Serata fresca, pausa in torrido luglio. La temperatura permette un piatto non propriamente estivo accompagnato da un vino robusto. Quindi risotto alla milanese e Barbera d’Asti superiore di Ezio Trinchero. Rubino intenso, limpido, leggerissimo cedimento sull’unghia. Naso pulitissimo fin dalla prima snasata, giocato su uno sfondo di frutti scuri, da cui escono punte agrumate, sottili ...